Peeling chimici o Scrub?

Esfoliare la pelle del viso è uno dei migliori rimedi per contrastare l’invecchiamento cutaneo.

Con l’età, il normale rinnovamento cellulare rallenta e le cellule morte si accumulano sulla superficie della pelle rendendola spenta: si crea così un ispessimento che può impedire ai trattamenti e ai cosmetici anti-età di agire in modo ottimale.

Ciò rende la pelle secca, ruvida e accentua la presenza di macchie scure e rughe.

Per contraste questi effetti negativi occorre esfoliare regolarmente la pelle del viso.

Ultimamente lo scrub viene sempre più “demonizzato” e messo in cattiva luce da parte non solo di beauty guru, influencer, ecc. ma anche dalle grandi case cosmetiche.

Si sostiene che lo scrub sia troppo “aggressivo” sulla pelle per quanto riguarda il suo grado di esfoliazione, cioè i granellini in esso contenuti causano irritazione e portano la pelle in uno stato di infiammazione.

Ecco perché questo cosmetico è stato rimpiazzato dai famosi PEELING CHIMICI; sto parlando di AHA (glicolico, mandelico, lattico…) e BHA (salicilico).

MA SIETE DAVVERO SICURI CHE QUESTI ULTIMI, a differenza dello scrub, SIANO PIÙ SICURI E INNOCUI??

Fate molta attenzione perché i peeling chimici sono molto più aggressivi di quello che pensate… Essi infatti creano esfoliazioni più accentuate, penetrano più in profondità, possono portare a sensibilizzare notevolmente la pelle e renderla più reattiva, possono provocare reazioni particolari perciò devono essere eseguiti con criterio.

In particolare non possono essere utilizzati con troppa frequenza (usarli ogni 2/3 giorni è impensabile), occorre conoscere perfettamente lo stato della pelle, è fondamentale seguire degli accorgimenti nel post trattamento con AHA o BHA.

Subito dopo il trattamento notiamo una pelle più liscia, compatta e luminosa ma dobbiamo pensare agli effetti a lungo termine che spesso ci si possono ritorcere contro. Questo perché i peeling chimici innescano un processo di rinnovo cutaneo che può durare dai 10/15 giorni.

É importante quindi rispettare i “tempi di ripresa” naturali della pelle per evitare che vada incontro a spiacevoli reazioni (sovra-esfoliazione).

Lo SCRUB in realtà è molto più “innocuo” da questo punto di vista, logico è che bisogna scegliere una formulazione leggera per la pelle del viso (NO AI RIMEDI CASALINGHI come zucchero, sale, limone e olio… non siete insalate!! E questi rimedi sono molto pericolosi e aggressivi!), massaggiarlo leggermente per pochi istanti (NON OCCORRE sfregare eccessivamente per creare un’esfoliazione efficace anzi, occorre essere molto delicati) e, nel post trattamento come in ogni esfoliazione, garantire alla pelle idratazione e protezione (SPF). Lo scrub deve essere eseguito 1/2 volte a settimana possibilmente alla sera, non di più.

Alla pelle basta poco per essere stimolata nel rigenerarsi senza causare scompiglio.

Se proprio non potete rinunciare ai peeling chimici affidatevi a esperti (Skin Specialist o medici) che tratteranno la vostra pelle in ambienti sicuri, con i giusti metodi e le giuste tempistiche e sapranno consigliarvi al meglio tutto quello che c’è da fare nel post trattamento.

Fate attenzione, mi raccomando!

Buona Skincare!

Giulia Ferraioli Skin Specialist & Founder GIFE’ COSMETICS

Consulenza Personalizzata

Chiamaci o compila il modulo sottostante per fissare una Consulenza Personalizzata. Ci impegniamo a rispondere a tutte le richieste entro 24 ore nei giorni lavorativi.





    leggi l'informativa